funzioni aziendali

area produzione & qualità

 

La Produzione governa i processi di trasformazione delle materie prime, o dei semilavorati, nel prodotto finito. È una grande palestra manageriale, poiché implica una gestione costante e a tratti affannosa di una grande quantità di risorse umane, tecnologiche e finanziarie. Oggi, vive una fase particolarmente critica per le rapide e non indolori riconversioni che hanno rivoluzionato il modo di produrre, riducendo organici e tempi di lavorazione e migliorando la qualità dei prodotti.
All’interno della produzione oggi è sempre più importante la funzione che, nell’area tecnica, assicura la compatibilità delle attività produttive con l’ambiente e con la sicurezza sul lavoro: il controllo delle emissioni, degli scarichi, la messa a regime delle procedure di sicurezza hanno una rilevanza sempre maggiore.

Un’altra funzione molto importante è quella della Qualità che è nata all’interno della produzione ma che oggi ha acquisito una specifica dignità ed autonomia. Questa funzione negli ultimi anni ha ampliato la sua area di competenza, passando dalla qualità dei prodotti (e quindi la conformità alle specifiche, presidiata da appositi laboratori o controlli), a quella dei processi produttivi e poi a quella di tutti i processi aziendali, all’insegna della “Qualità Totale”. Non è quindi più solo una funzione per “tecnici”, ma anche per persone che abbiano una forte visione globale dell’azienda, e la propensione da un lato a ragionare per modelli e sistemi, e dall’altro a comprendere tutta l’importanza del “fattore umano” all’interno di questi stessi sistemi.

 

Fonte: “Agenda del laureato", Rosa, G.B. (a cura di); ACTL (Associazione per la Cultura e il Tempo Libero), 2012

In Produzione, è fondamentale il ruolo del caporeparto, o responsabile di linea di produzione; importanti sono anche i servizi tecnici, o engineering, che assicurano le innovazioni tecniche, l’efficienza degli impianti e la manutenzione necessari nello stabilimento.

In Qualità, i ruoli tipici sono quelli dell’analista di laboratorio, che effettua studi e verifiche chimiche e fisiche sui prodotti o le materie prime, e dell’ispettore qualità, che esegue controlli sui prodotti o in fabbrica o dopo che sono stati messi in distribuzione, per verificare che arrivino in perfetto stato al consumatore.