Le nuove professioni del web 4.0

Dal data analyst all’e-reputation manager: ecco le professioni dell’Industria 4.0 secondo quanto sostiene Assolombarda.
4 novembre 2016

La rivoluzione del digitale ha creato nuovi posti di lavoro, che cresceranno nei prossimi anni.
Secondo quanto sostiene Assolombarda, alle aziende servono data analyst, ossia esperti nella lettura dei big data, e director of analytics, che indichino le forme migliori per utilizzare i dati. Servono anche big data architect, ossia figure che sappiano costruire strutture efficienti per i dati, e web analyst, specializzati nelle metriche di internet. Il crescente utilizzo di smartphone e tablet ha spinto il mestiere dello sviluppatore mobile, che si occupa di sviluppare applicazioni. Così come aumenta il ricorso allo user experience director, ossia un professionista che renda sempre più fruibile l’e sperienza dell’utente con i servizi o i prodotti dell’azienda, lavorando sulla semplificazione e sull’ottimizzazione degli spazi virtuali (come i siti internet) o fisici (come i punti vendita).