Professione del mese. Bagnino

Tante le occasioni, soprattutto nel periodo estivo tra stabilimenti balneari, piscine e parchi acquatici. Ma non ci si può improvvisare bagnini: per esercitare, è indispensabile aver frequentato un corso e aver superato l'esame finale che rilascia il brevetto.
18 aprile 2017

Possibilità di lavoro: alta.

Qualità necessarie
ottima forma fisica e alto livello di responsabilità.

Gli studi
Per esercitare la professione occorre essere in possesso di uno specifico brevetto che abilita all’espletamento delle funzioni di assistenza ai bagnanti negli stabilimenti balneari e nelle piscine. Il brevetto è rilasciato esclusivamente dalla Federazione italiana nuoto (sezione salvamento) e dalla Società nazionale di salvamento.
Il corso dura dai 3 ai 4 mesi e prevede lezioni teoriche (nozioni di primo soccorso e di respirazione cardio-polmonare) e ore di pratica per imparare le tecniche di salvataggio. L'esame finale consiste in un colloquio e in una prova pratica sulle tecniche si salvataggio e di rianimazione. Il costo del corso si aggira sui 400 euro.
Per frequentare il corso è necessario: avere un’età compresa tra i 16 e i 55 anni;  aver espletato l’obbligo scolastico; non avere alcuna pendenza penale in atto; superare un esame di idoneità preventiva (idoneità psicofisica, verifica dell’acquaticità e delle conoscenze tecniche del nuoto, almeno a stile libero e a rana).
Data l’importanza e la delicatezza dei compiti svolti dall’assistente bagnanti, che richiedono massima efficienza fisica e tecnica, è necessario effettuare una convalida del brevetto con frequenza annuale, in occasione della quale si provvede ad un controllo sanitario e ad un aggiornamento tecnico delle competenze acquisite, in particolare in tema di primo soccorso.

Guadagni e carriera 
Il bagnino ha il compito di garantire la sicurezza dei bagnanti e tenere d'occhio il loro comportamento. puoi lavorare in stabilimenti balneari, piscine, parchi acquatici, ma anche alberghi e nei villaggi vacanze. Lo stipendio base è di 1200 euro n etti al mese.
Anche se è un’occupazione tipicamente stagionale, che impegna solo per alcuni mesi l’anno, il bagnino può trovare lavoro nel suo settore anche per i mesi invernali, per esempio presso una piscina coperta, ancor più facilmente se integra il brevetto con quello di istruttore di nuoto

Info

>>> vai alla scheda della professione