Gli errori da evitare quando cerchi un lavoro

Spesso si dice che cercare sia già di per se un lavoro. Inoltre, l'attuale mercato del lavoro è caratterizzato più che mai da una forte concorrenza; proprio per questo è essenziale che tu sappia distinguerti dagli altri.
24 gennaio 2018

Ecco alcuni degli errori commessi più di frequente, che portebbero vanificare la tua ricerca di lavoro. 

  • Disponi sempre di un piano e degli obiettivi che vuoi raggiungere: oggi più che mai la mancanza di un piano è l'anticamera del fallimento, ma se sai dove vuoi arrivare e quale lavoro fa per te, ti sarà più facile raggiungere la meta. Senza la meta da raggiungere sarebbe un po' come partire per le vacanze senza sapere quale sia la destinazione.
  • Attiva il tuo network: non mantenere il segreto sulla tua ricerca di lavoro, anzi! Secondo molte fonti la percentuale di chi trova lavoro tramite conoscenze dirette o indirette si aggira tra il 60 e l’80% del totale. Non trascurare quindi questa possibilità: una telefonata a un compagno di università potrebbe essere più utile di una giornata dedicata alla ricerca online!
  • Utilizza un approccio differenziato in base alle posizioni e alle aziende che stai cercando: personalizza il CV e la lettera di accompagnamento. Non limitarti a fare un "copia e incolla" della stessa lettera, ma cerca di scoprire il più possibile sull'azienda che ti interessa e manda una candidatura che sia il più possibile tarata sull'organizzazione. Mandare una candidatura via mail con un approccio "ad ampio spettro" allontana i datori di lavoro perché le candidature risultano spersonalizzate, generiche e inadeguate rispetto ai requisiti richiesti da una particolare azienda.
  • Non aspettare che sia il datore di lavoro a rispondere alla tua candidatura: attivati telefonando o inviando una mail per stabilire un contatto personale Il datore di lavoro probabilmente riceve decine di cv al giorno e non riesce a rispondere a tutti. Farsi sentire dopo qualche giorno dall'invio del cv significa mostrarsi intraprendenti e sicuramente desterai la curiosità del datore. 
  • Rileggi attentamente il tuo CV e correggi tutti gli errori grammaticali: quasi la metà di tutti i CV contiene errori grammaticali e di ortografia che, secondo la Recruitment and Employment Confederation (REC), può determinare l'inclusione o esclusione dalla rosa dei candidati.
  • Vestiti in modo consono. Shakespeare disse: "L'abbigliamento spesso rivela l'uomo" e vestirsi in modo appropriato (o inappropriato) può determinare il successo, o il fallimento, del colloquio. Evita una abbigliamento troppo elegante o troppo appariscente, ma usa capi di abbigliamento formale che non passano mai di moda.