Come affrontare un colloquio di gruppo

Ecco alcune regole per arrivare preparati al colloquio di gruppo, detto anche assessment center e non sentirsi in imbarazzo o in difetto nel confronto con gli altri.
31 marzo 2018

Prima di tutto ricordati che anche gli altri ragazzi convocati al colloquio si trovano nella tua stessa posizione, provano le tue stesse sensazioni e hanno le tue stesse difficoltà. per cui partite alla pari. Anche se li consideri tuoi "rivali" cerca di stabilire un clima sereno e tranquillo, senza mettere in difficoltà nessuno!

Fai attenzione ai gesti e alla postura. La cosiddetta comunicazione non verbale è estremamente importante per il selezionatore. ricordati di non gesticolare in modo plateale e di non giocare nervosamente con gli oggetti.

Ascolta con attenzione non solo ciò che dice il recruiter ma anche quello che esprimono i ragazzi del gruppo, facendo attenzione alle risposte e alle espressioni facciali che il selezionatore fa quando loro parlano. In questo modo puoi correggere il tiro in corsa nel caso noti che un certo argomento non piace al recruiter o al contrario puoi usarlo come punto di forza.

Esprimi la tua opinione e fatti vedere deciso e capace di gestire una conversazione con altri, ma evita sempre i NO secchi. Non devi imporre la tua idea agli altri, ma cerca sempre di motivarla con un "secondo me" o "a mio parere". In questo modo dimostri di essere deciso ma di saperti anche relazionare con il prossimo.

Anche la voce è molto importante: utilizza un tono modulato e soprattutto non sovrapporti mai agli altri mentre si parlano.

Non essere timido: appena ha l'occasione di mostrare la tua opinione, o di offrire un aiuto o un’idea per un progetto, non dire “non saprei” o “così al volo non ho idee”, ma cerca di essere lucido e brillante in fretta. Nel lavoro situazioni di questo tipo capitano ogni giorno e in quel momento il selezionatore ti sta già mettendo alla prova.

vuoi imparare a presentarti al meglio?
>>> vai alla sezione preparati al lavoro!