settori professionali

logistica



Settore

Il settore della logistica è, nella definizione dell’AILOG (Associazione Italiana di Logistica), “l'insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano nell'azienda i flussi di materiali e delle relative informazioni, dalle origini presso i fornitori fino alla consegna dei prodotti finiti ai clienti e al servizio post-vendita”.

Ambiti di attività
La logistica coordina il flusso dei materiali e delle informazioni all’interno e all’esterno di un’organizzazione. Gli ambiti di attività del settore sono:
 
  • trasporto delle merci (vedi settore trasporti);
  • deposito, immagazzinamento e gestione delle merci
  • acquisti e provvigioni
  • pianificazione degli stock e del magazzino
Le nuove tendenze del settore sono orientate verso una gestione della logistica in un’ottica di collaborazione tra imprese collegate in diversi processi e attività, con lo scopo di ottimizzare tempi e costi. L’obiettivo è quello di favorire la creazione di una “catena della logistica” – ( “Supply Chain”).

Competenze
Il settore logistica coinvolge profili professionali con livelli di specializzazione che possono variare in base al ruolo ricoperto e alla mansione svolta.
Per lavorare nella logistica è importante avere buone doti organizzative e capacità di risoluzione dei problemi. Considerata l’informatizzazione nella gestione delle merci, è necessario per chi si occupa di logistica a qualsiasi livello essere in grado di utilizzare al meglio gli strumenti informatici di base.
Oltre a queste competenze di base comuni, ciascuna figura professionale dell’area deve possedere proprie specifiche competenze tecniche e saper utilizzare adeguati strumenti di lavoro.

Settori affini
Qualsiasi impresa che si occupa di produrre o acquistare merci di vario tipo, deve essere in grado di gestire le scorte, il magazzino, il rapporto con clienti/fornitori e simili. Per questo motivo la logistica può essere considerata affine a molti settori economici. In particolare, forti connessioni si hanno con il settore trasporti e con il settore commercio.
 

consulta le professioni del settore

 

Il Supply Chain Management, (in italiano: Gestione della catena di distribuzione) si  basa  sulla logistica e mira a costruire ed ottimizzare i legami e il coordinamento tra i processi all’interno dell’impresa stessa, quelli nei confronti di altre aziende, dei fornitori e dei clienti.
 
L’obiettivo di un sistema “Supply Chain ” è quello di integrare e coordinare il flusso di materiali da una moltitudine di fornitori, spesso sparsi in diverse zone, con la gestione della distribuzione dei prodotti finiti.
 
È di sostanziale importanza sottolineare che, nei progetti di SCM, la collaborazione gioca un ruolo primario. È proprio attraverso questa collaborazione che si arriva a migliorare alcune funzioni come:
  • la gestione della domanda, necessaria al fine di comprendere meglio le esigenze dei consumatori;
  • la pianificazione della domanda, per realizzare piani di azione più attendibili e precisi;
  • il trattamento degli ordini;
  • la pianificazione della capacità produttiva e quindi il conseguente utilizzo ottimale degli impianti;
  • la pianificazione dell'utilizzo dei materiali;
  • l'integrazione tra domanda e fornitura;
  • l'integrazione e collaborazione tra produzione, logistica e marketing.