Licenza Media

Addetto agli effetti speciali rvm

Posted 1 anno ago

Descrizione

L’addetto agli effetti speciali è la figura professionale che si occupa di ideare, progettare e realizzare gli accorgimenti tecnici che simulano una situazione altrimenti impossibile da rappresentare in modo tradizionale.

Cosa fa

  • Si confronta con il regista del prodotto audiovisivo per comprendere la scena in relazione alla necessità dell’effetto speciale da produrre
  • Progetta gli effetti speciali
  • Verifica la fattibilità dell’idea progettuale in termini di tempi e costi 
  • Crea lo storyboard (illustrazione a fumetti della scena da girare) per fornire al regista e alla troupe i suggerimenti e gli accorgimenti tecnici necessari per realizzare la scena
  • Realizza gli effetti speciali in fase di produzione (cinematografica o televisiva), collaborando con il regista, lo scenografo e i tecnici di scena
  • Registra il materiale su un supporto informatico attraverso una scansione digitale
  • Realizza gli effetti speciali in fase di post-produzione con macchinari e software specifici, utilizzando le diverse tecniche di compositing (composizione), fotoritocco, arricchimento scenografico e computergrafica
  • Presenta al regista un’anteprima dell’effetto che, se approvata, viene perfezionata e portata a compimento

Competenze tecniche

  • Conoscenza della lingua inglese
  • Conoscenza delle tecniche di produzione cinematografica e televisiva
  • Conoscenza della scenografia e dell’animatronica
  • Conoscenza e capacità di applicare le tecniche di storyboarding (sceneggiatura disegnata)
  • Conoscenza e capacità di utilizzare le tecniche di realizzazione degli effetti speciali in produzione e post-produzione
  • Conoscenza e capacità di applicare le tecniche di compositing, 3D, fotoritocco, arrichimento scenografico e computer grafica
  • Conoscenza e capacità di utilizzare i macchinari e i software per la realizzazione degli effetti speciali
  • Capacità di effettuare analisi di fattibilità
  • Conoscenza delle tecniche di produzione cinematografica e televisiva
  • Conoscenza della scenografia e dell’animatronica
  • Conoscenza e capacità di applicare le tecniche di stiryboard (sceneggiatura disegnata)
  • Conoscenza e capacità di utilizzare le tecniche di realizzazione degli effetti spaciali in produzione e post-produzione
  • Conoscenza e capacità di applicare le tecniche del compositing, 3D, fotoritocco, arricchimento scenografico e computer grafica
  • Conoscenza e capacità di utilizzare i macchinari e i software per la realizzazione degli effetti speciali
  • Capacità di affettuare analisi di fattibilità

Competenze trasversali

  • Capacità comunicative (scritto e/o orale)
  • Orientamento ai risultati
  • Cooperazione e lavoro di gruppo
  • Capacità di risoluzione dei problemi
  • Orientamento al cliente/utente

Caratteristiche personali e attitudini

  • Propensione all’ innovazione
  • Flessibilità/versatilità
  • Spirito d’iniziativa
  • Propensione all’ aggiornamento
  • Creatività

Inquadramento

  • Lavoratore autonomo
  • Lavoratore dipendente
  • Lavoratore parasubordinato

Classificazione su tassonomie standard

Formazione

Per svolgere la professione di addetto agli effetti speciali è sufficiente possedere la licenza media, ma occorre una preparazione specifica che può essere costruita e consolidata sul campo.
Il percorso formativo ideale prevedere il conseguimento di un diploma di scuola superiore a indirizzo artistico e di una laurea tra le seguenti:

  • Discipline della arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda (Classe L-3)
  • Scienze dello spettacolo e produzione multimediale (Classe LM-65)

In alternativa è possibile frequentare corsi specifici presso centri di formazione professionale.

Come e dove lavora

L’addetto agli effetti speciali svolge la sua professione generalmente come dipendente di case di produzione o post-produzione cinematografica e/o televisiva. Può anche lavorare in modo autonomo, con contratti a progetto o di prestazione d’opera.

Varieta’ delle attivita’

  • Media

Integrazione

  • Lavora con un’integrazione con gli altri di tipo sequenziale
  • Lavora prevalentemente in team

Grado di responsabilità 

  • MEDIA

Grado di autonomia

  • Autonomia rispetto al contenuto del lavoro: Media
  • Autonomia rispetto alle modalità  di esecuzione: Alta
  • Autonomia rispetto ai tempi di lavorazione: Media

Mobilità  e trasferta

  • No