Laurea

Consulente del lavoro

Posted 7 mesi ago

Descrizione

Il consulente del lavoro è la figura professionale che si occupa di garantire il rispetto, da parte delle imprese per cui lavora, delle normative in materia fiscale, assicurativa, retributiva, contributiva e previdenziale, nonché di collaborare alla gestione economica dell’azienda (analisi dei costi, piani produttivi, tenuta delle scritture contabili, ecc.).

Cosa fa

  • Si informa sugli adempimenti relativi al lavoro, alla previdenza e all’assistenza sociale dei lavoratori
  • Gestisce le attività dei rapporti aziendali di carattere obbligatorio (assunzioni, trasferimenti, contratti, appalti, ecc.)
  • Si occupa della definizione ed evoluzione di un rapporto di lavoro (livello retributivo, promozioni, ecc.)
  • Elabora le buste paga dell’azienda
  • Redige e consegna le denunce periodiche fiscali e assicurative (inps, inail, ecc.)
  • Cura l’aspetto fiscale e assicurativo dei rapporti di lavoro, valutandone la ricaduta per l’azienda (assistenza sanitaria, benefit, piani pensionistici, ecc.)
  • Offre consulenza tecnica in sede di contenzioso in merito a questioni inerenti il rapporto di lavoro
  • Offre consulenza nella selezione e nella formazione del personale

Competenze tecniche

  • Conoscenza della lingua inglese
  • Conoscenza delle principali applicazioni informatiche
  • Conoscenza del diritto del lavoro e del diritto sindacale
  • Conoscenza della normativa in tema di igiene e sicurezza degli ambienti di lavoro
  • Capacità di interpretare le norme fiscali, assicurative, retributive, contributive e previdenziali
  • Capacità di gestire scadenze contabili-fiscali
  • Capacità di redigere contratti di lavoro
  • Capacità di calcolare i versamenti contributivi e fiscali
  • Capacità di offrire consulenza in sede di contenzioso in merito a questioni inerenti il rapporto di lavoro
  • Capacità di utilizzare i programmi informatici di amministrazione del personale

Competenze trasversali

  • Capacità comunicative (scritto e/o orale)
  • Capacità di negoziazione
  • Capacità di risoluzione dei problemi
  • Capacità di analisi
  • Capacità relazionali (empatia)
  • Orientamento al cliente/utente

Caratteristiche personali e attitudini

  • Propensione all’ aggiornamento
  • Riservatezza

Inquadramento

  • Lavoratore dipendente
  • Libero professionista

Classificazione su tassonomie standard

Formazione

Per svolgere la professione di consulente del lavoro è necessario possedere una laurea (almeno triennale) in campo giuridico, economico o politico.
Per poter lavorare è inoltre necessario svolgere due anni di praticantato, al termine del quale è possibile sostenere l’esame di Stato abilitante, che consente di iscriversi all’Albo professionale dei Consulenti del Lavoro.

Come e dove lavora

Il consulente del lavoro svolge la sua professione generalmente da libero professionista presso studi di consulenza del lavoro, singoli o associati; può anche operare come dipendente di aziende, associazioni di categoria ed enti pubblici, all’interno dell’ufficio legale o di gestione del personale.

Varieta’ delle attivita’

  • Media

Integrazione

  • Lavora inserito in più team

Grado di responsabilità

  • ALTA

Grado di autonomia

  • Autonomia rispetto al contenuto del lavoro: Media
  • Autonomia rispetto alle modalità  di esecuzione: Alta
  • Autonomia rispetto ai tempi di lavorazione: Bassa

Mobilità  e trasferta

  • No