Diploma

Direttore, dirigente, responsabile di ristorante

Posted 12 mesi ago

Descrizione

Il direttore di ristorante è la figura professionale che si occupa della direzione tecnico-amministrativa, gestionale ed operativa all’interno del ristorante e costituisce il punto di riferimento per il personale, i fornitori e l’amministrazione.

Cosa fa

  • Programma, dirige e coordina i servizi della ristorazione in generale, ottimizzando spazi e risorse disponibili
  • Cura gli aspetti amministrativi del ristorante
  • Cura l’immagine, lo stile e la promozione del locale
  • Cura l’organizzazione dei ricevimenti e dei banchetti, e si occupa dell’accoglienza degli ospiti
  • Supervisiona il lavoro in cucina e in sala
  • Sovrintende alla gestione del magazzino, alle ordinazioni dei prodotti alimentari e degli strumenti di lavoro
  • Verifica che lo standard qualitativo degli alimenti e del servizio si mantenga sempre sugli stessi livelli
  • Controlla periodicamente gli inventari, le spese di approvvigionamento, i costi del personale e il fatturato per cercare di massimizzare i profitti e attenersi agli obiettivi di bilancio prestabiliti
  • Gestisce il personale, occupandosi delle assunzioni, della formazione, dell’organizzazione dei turni di lavoro, del piano ferie e della buona integrazione con gli altri collaboratori
  • Cura gli aspetti di sanitizzazione degli ambienti di lavoro, l’applicazione delle normative igienico-sanitarie e antinfortunistiche

Competenze tecniche

  • Conoscenza di una o più lingue straniere
  • Conoscenza delle principali attrezzature e degli utensili utilizzati
  • Conoscenza e uso del linguaggio tecnico appropriato
  • Conoscenza delle caratteristiche organolettiche degli alimenti, delle bevande e delle modalità di conservazione degli stessi
  • Conoscenza delle normative igienico sanitarie e di sicurezza del settore
  • Conoscenze relative alle scienze economico-amministrative, alle normative che regolano il settore turistico alberghiero e alla contrattualistica commerciale
  • Capacità di gestire il servizio di sala, della cucina e del magazzino
  • Capacità di utilizzare il computer (programmi di gestione della contabilità e fogli di calcolo)

Competenze trasversali

  • Capacità organizzative
  • Cooperazione e lavoro di gruppo
  • Capacità di risoluzione dei problemi
  • Capacità relazionali (empatia)
  • Orientamento al cliente/utente
  • Capacità di leadership
  • Capacità decisionali

Caratteristiche personali e attitudini

  • Autocontrollo/resistenza allo stress
  • Flessibilità/versatilità

Inquadramento

  • Lavoratore autonomo
  • Lavoratore dipendente

Classificazione su tassonomie standard

  • ISTAT: DIRETTORE, DIRIGENTE, RESPONSABILE DI RISTORANTE

Formazione

Per la svolgere la professione di direttore di ristorante è sufficiente possedere il diploma tecnico di scuola superiore a indirizzo amministrazione, finanza e marketing oppure a indirizzo turismo. Per gestire una catena di ristoranti potrebbe essere richiesto un diploma universitario tra i seguenti:

  • Scienze del turismo (Classe L-15)
  • Progettazione e gestione dei sistemi turistici (Classe LM-49)

Per accedere a questa professione sono utili corsi di formazione e specializzazione (di informatica, lingue, marketing, psicologia del cliente, nuove normative, ecc.), anche se l’elemento fondamentale è un’esperienza di diversi anni nel settore.

Come e dove lavora

Il direttore di ristorante può svolgere la sua professione sia in qualità di proprietario del locale sia come dipendente, adempiendo a compiti manageriali all’interno di un ristorante o di una catena di unità ristorative, ove rappresenta il vertice della struttura organizzativa.
Si tratta di un ruolo dirigenziale che, attraverso un’ulteriore specializzazione, può far aspirare a dirigere imprese della ristorazione, alberghi e catene di hotel. Questi passaggi, comunque, possono avvenire solo con un’adeguata preparazione scolastica e lavorando all’interno di società di grandi dimensioni.

Varieta’ delle attivita’

  • Alta

Integrazione

  • Lavora prevalentemente in team

Grado di responsabilità

  • ALTA

Grado di autonomia

  • Autonomia rispetto al contenuto del lavoro: Alta
  • Autonomia rispetto alle modalità di esecuzione: Alta
  • Autonomia rispetto ai tempi di lavorazione: Alta

Mobilità  e trasferta

  • No