Diploma

Geometra dell’edilizia sostenibile

Posted 1 anno ago

Descrizione

Il geometra dell’edilizia sostenibile è la figura professionale che si occupa della progettazione e della direzione di lavori in ambito edile secondo criteri ecologici e in un’ottica di sostenibilità dei processi.

Cosa fa

  • Progetta costruzioni secondo principi eco-sostenibili: considerando l’impatto ambientale, tenendo conto del loro intero ciclo di vita, considerando la possibilità di dismissione futura o cambi di destinazione d’uso, al fine di ridurre rifiuti derivanti dall’eventuale demolizione
  • Effettua valutazioni tecniche sulla fattibilità di progetti di edificazione o ristrutturazione e sul loro impatto ambientale, individuando le tecnologie più innovative ed efficaci
  • Interviene nella progettazione, realizzazione e conservazione di opere civili che non
  • Partecipa alla progettazione e all’esecuzione di infrastrutture quali strade, impianti, opere di salvaguardia e difesa ambientale o di bonifica
  • Individua le scelte metodologiche e contestuali più adatte alla gestione energicamente sostenibile dei progetti edilizi, improntate a criteri di efficienza energetica e realizza un protocollo tecnico operativo per una corretta valutazione igienico-sanitaria degli stessi
  • Predispone controlli su progettazione e costruzione degli edifici e sull’inquinamento rilevato negli ambienti realizzati
  • Definisce le linee guida del piano finanziario dell’opera da realizzare, tenendo conto di vincoli e opportunità per un basso impatto ambientale

Competenze tecniche 

  • Conoscenza della normativa nazionale e comunitaria (qualità ambientale, norme ISO, qualità dell’aria negli ambienti, norme edilizie e urbanistiche con particolare riferimento alle norme igienico ambientali, alla bioedilizia, all’utilizzo di sistemi a basso impatto ambientale, ecc.)
  • Conoscenza dei principi di igiene ambientale, economia ambientale, ecologia, chimica e fisica applicate alle tecnologie costruttive e alle prestazioni ambientali
  • Conoscenza delle teorie e delle tecniche di pianificazione territoriale e urbanistica
  • Conoscenza della topografia e della cartografia
  • Conoscenza degli strumenti di misura nell’edilizia
  • Conoscenza delle tipologie e delle caratteristiche dei materiali edili
  • Conoscenza del mercato dei materiali edili e delle loro caratteristiche di compatibilità ambientale
  • Conoscenza degli impianti tecnologici e capacità di collaborare con i tecnici del settore idrico, igienico-sanitario, termico ed elettrico, in funzione del risparmio energetico e di un risultato ecosostenible
  • Conoscenza e capacità di applicare le tecniche del disegno tecnico architettonico
  • Capacità di progettare e dirigere lavori in ambito edile secondo criteri ecologici
  • Capacità di utilizzare software di progettazione e design
  • Capacità di analizzare dati ambientali e territoriali
  • Capacità di effettuare valutazioni tecniche sulla fattibilità di progetti di edificazione o ristrutturazione secondo criteri sostenibili
  • Capacità di effettuare stime e valutazioni di impatto ambientale

Competenze trasversali

  • Cooperazione e lavoro di gruppo
  • Capacità di risoluzione dei problemi
  • Capacità di analisi
  • Capacità di controllo

Caratteristiche personali e attitudini

  • Propensione all’ innovazione
  • Precisione
  • Propensione all’ aggiornamento

Inquadramento

  • Lavoratore dipendente
  • Libero professionista

Classificazione su tassonomie standard

  • ISTAT:

Formazione

Per svolgere la professione di geometra dell’edilizia sostenibile è necessario, nell’ordine:

  • conseguire il diploma tecnico a indirizzo costruzioni, ambiente e territorio;
  • svolgere almeno due anni di tirocinio presso un geometra, un architetto o un ingegnere civile (iscritti ai relativi Albi da almeno 5 anni) oppure avere svolto per almeno 5 anni attività tecnica subordinata in un’impresa, anche al di fuori di uno studio tecnico professionale;
  • superare l’esame di Stato (sostenuto a livello provinciale) che permette l’iscrizione all’Albo dei Geometri; l’esame consiste in due prove scritte (costruzioni e estimo-topografia) e una orale; per superarlo occorre essere promossi in tutte e tre, perché le prove non fanno media tra loro.Per una migliore preparazione è consigliabile conseguire una laurea tra le seguenti:
  • Ingegneria civile e ambientale (Classe L-7)
  • Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale (Classe L-21)
  • Scienze e tecniche dell’edilizia (Classe L-23)
  • Architettura e ingegneria edile-architettura (Classe LM-4)
  • Ingegneria civile (Classe LM-23)
  • Ingegneria dei sistemi edilizi (Classe LM-24)
  • Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale (Classe LM-48)
  • Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio (Classe LM-75).

È inoltre essenziale una formazione continua in materia di edilizia sostenibile, per possedere il necessario aggiornamento sulle nuove tecnologie e sulle novità normative.

Come e dove lavora

Il geometra dell’edilizia sostenibile svolge la sua professione come dipendente presso enti pubblici (uffici tecnici, catastali, ecc.), società private (imprese di costruzione, manutenzione, agenzie immobiliari, ecc.) o in proprio (come libero professionista). Può trovare impiego anche come certificatore energetico.

Varieta’ delle attivita’

  • Media

Integrazione

  • Lavora prevalentemente in team

Grado di responsabilità 

  • MEDIO/ALTA

Grado di autonomia

  • Autonomia rispetto al contenuto del lavoro: Media
  • Autonomia rispetto alle modalità  di esecuzione: Media
  • Autonomia rispetto ai tempi di lavorazione: Bassa

Mobilità  e trasferta

  • Si