Licenza Media

Operatore socio-sanitario (OSS)

Posted 6 mesi ago

Descrizione

L’operatore socio-sanitario è la figura professionale che si occupa di soddisfare i bisogni primari della persona, nell’ambito delle proprie aree di competenza, in un contesto sia sociale sia sanitario, favorendo il benessere e l’autonomia dell’assistito.

Cosa fa

  • Definisce i bisogni quotidiani delle persone a diversi livelli di non autosufficienza psico-fisica
  • Realizza attività semplici di supporto sanitario e terapeutico
  • Collabora alla stimolazione psico-fisica dell’assistito
  • Supporta l’assistito nell’igiene personale
  • Svolge attività per accrescere lo sviluppo sociale, emotivo e intellettuale dell’assistito
  • Prepara e somministra pasti
  • Assicura la sterilizzazione di ambienti e attrezzature

Competenze tecniche

  • Conoscenza della normativa in ambito sociale
  • Conoscenza della normativa sanitaria
  • Conoscenza dei principi di base della psicologia
  • Conoscenza delle tecniche di riabilitazione
  • Conoscenza e capacità di applicare le procedure medico-sanitarie dell’assistenza sanitaria di base
  • Capacità di riconoscere le caratteristiche psico-fisiche di persone con diversi livelli di autosufficienza
  • Capacità di monitorare lo stato di salute psico-fisica delle persone non autosufficienti
  • Capacità di applicare le tecniche del pronto soccorso
  • Capacità di utilizzare apparecchi medicali di base
  • Capacità di effettuare piccole medicazioni

Competenze trasversali

  • Capacità comunicative (scritto e/o orale)
  • Capacità di analisi
  • Capacità relazionali (empatia)
  • Orientamento al cliente/utente
  • Capacità di programmare e pianificare le attività

Caratteristiche personali e attitudini

  • Motivazione
  • Riservatezza

Inquadramento

  • Lavoratore dipendente

Classificazione su tassonomie standard

Formazione

Per svolgere la professione di operatore socio-sanitario è necessario possedere il diploma di scuola secondaria di secondo grado o una qualifica di durata almeno triennale. 
La formazione di questa figura professionale è stabilita dalle Regioni e prevede la frequenza a corsi professionalizzanti specifici della durata minima di 1000 ore, costituiti da insegnamenti di tipo teorico alternati a esercitazioni, stage e tirocini.

Come e dove lavora

L’operatore socio-sanitario svolge la sua professione come dipendente presso ospedali (sia pubblici sia privati), cooperative assistenziali, case famiglia, centri di assistenza per gli anziani, case di cura, servizi sociali. Nello svolgimento della sua attività si relaziona con medici, infermieri, assistenti sociali e psicologi.

Varieta’ delle attivita’

  • Media

Integrazione

  • Lavora prevalentemente in team

Grado di responsabilità 

  • MEDIA

Grado di autonomia

  • Autonomia rispetto al contenuto del lavoro: Alta
  • Autonomia rispetto alle modalità  di esecuzione: Media
  • Autonomia rispetto ai tempi di lavorazione: Media

Mobilità  e trasferta

  • No