Laurea

Property manager

Posted 1 anno ago

Descrizione

Il property manager è la figura professionale che si occupa di tutelare la proprietà d’impresa (di un prodotto o di un processo produttivo), di redigere e depositare la documentazione e di fornire assistenza nelle cause brevettuali.

Cosa fa

  • Tutela l’investimento aziendale nella ricerca e le invenzioni industriali di prodotto e di processo
  • Partecipa alla determinazione delle strategie di sviluppo aziendali
  • Effettua analisi e studi riguardanti i brevetti già registrati
  • Esamina la possibilità di acquisire un brevetto, oppure di negare la sua validità, vigilando sull’attività della concorrenza
  • Elabora e redige i brevetti, in cui definisce il diritto e il grado con cui è possibile disporre dell’invenzione (realizzarla, commercializzarla, vietare a terzi di produrla, usarla, metterla in commercio, venderla, importarla, ecc.)
  • Prepara e deposita le domande di brevetto
  • Propone possibili attività di ricerca e ambiti di innovazione
  • Offre consulenza legale sulle strategie contrattuali.

Competenze tecniche

  • Conoscenza di una o più lingue straniere
  • Conoscenza delle principali applicazioni informatiche
  • Conoscenza del linguaggio tecnico brevettuale
  • Conoscenza della normativa in materia di brevetti nazionale e internazionale
  • Conoscenza della normativa sulla proprietà industriale nazionale e internazionale
  • Conoscenza delle procedure di brevettazione nazionali e internazionali
  • Conoscenza dei requisiti di brevettabilità
  • Conoscenza delle metodologie e delle modalità di registrazione dei brevetti
  • Conoscenza del disegno tecnico
  • Conoscenza e capacità di applicare le tecniche di stesura della domanda di un brevetto
  • Capacità di interrogare banche dati di brevetti e marchi esistenti.

Competenze trasversali

  • Capacità di definire obiettivi e risultati attesi (pensiero strategico)
  • Cooperazione e lavoro di gruppo
  • Capacità di risoluzione dei problemi
  • Capacità di analisi
  • Capacità di sintesi
  • Raccolta e gestione delle informazioni
  • Autonomia
  • Capacità di programmare e pianificare le attività

Caratteristiche personali e attitudini

  • Propensione all’innovazione
  • Flessibilità/versatilità

Inquadramento

  • Lavoratore dipendente
  • Libero professionista

Classificazione su tassonomie standard

  • ISTAT: CONSULENTE IN PROPRIETA’ INDUSTRIALE (BREVETTI E MARCHI)

Area occupazionale

  • Amministrazione/ legale/ finanza
  • Direzione

Altri requisti

  • Iscrizione all’Albo

Formazione

Per svolgere la professione di property manager è necessario possedere una laurea tra le seguenti:

  • Giurisprudenza (Classe LMG-01)
  • Scienze della politica (Classe LM-62)
  • Scienze economico-aziendali  (Classe LM-77).

Per una migliore preparazione è possibile integrare la laurea con corsi di perfezionamento sulla proprietà intellettuale.
Per esercitare la professione occorre svolgere un tirocinio di due anni (presso società, uffici o servizi specializzati in brevetti) e superare l’esame di Stato, necessario per iscriversi all’albo dei Consulenti in proprietà industriale.

Come e dove lavora

Il property manager svolge la sua professione come dipendente, generalmente ricoprendo un ruolo manageriale presso gli uffici brevetti di imprese o enti di ricerca pubblici o privati, oppure presso studi di consulenza e società di servizi specializzate in brevetti.

Varietà delle attività

  • Alta

Integrazione

  • Lavora prevalentemente in team

Grado di responsabilità

  • ALTA

Grado di autonomia

  • Autonomia rispetto al contenuto del lavoro: Alta
  • Autonomia rispetto alle modalità di esecuzione: Alta
  • Autonomia rispetto ai tempi di lavorazione: Alta

Mobilità  e trasferta

  • Si