Diploma

Restauratore di pittura

Posted 1 anno ago

Descrizione

Il restauratore di pittura è la figura professionale che si occupa di compiere interventi finalizzati alla prevenzione e conservazione di dipinti e affreschi, nel rispetto della loro collocazione storico-temporale e dei contenuti tecnici, emotivi e creativi espressi dall’artista.

Cosa fa

  • Analizza lo stato di conservazione del dipinto o dell’affresco e le sue condizioni ambientali, materiali e tecniche 
  • Compila una scheda di restauro (contenente la collocazione storica, lo stile, la lavorazione del manufatto, le indicazioni sulle cause del degrado, gli interventi di conservazione precedenti)
  • Dirige o esegue personalmente (manualmente o con l’impiego di strumenti e apparecchiature specializzati) il restauro estetico (pulitura della superficie pittorica ed eventuale rimozione di precedenti restauri) e il restauro conservativo (scelta dei materiali e della tecnica di conservazione più adatta al consolidamento del supporto e del manto pittorico)
  • Gestisce gli aspetti economici e organizzativi del lavoro
  • Rilascia documentazioni sugli interventi effettuati
  • Collabora alla realizzazione di mostre e manifestazioni culturali

Competenze tecniche

  • Conoscenza della storia dell’arte e in particolare della storia della pittura italiana
  • Conoscenza dei metodi di ricerca e di documentazione
  • Conoscenza della teoria del restauro pittorico
  • Conoscenza dei materiali per il restauro pittorico
  • Capacità di applicare i principi di chimica al restauro
  • Capacità di analizzare lo stato di conservazione della pittura murale e su tela e di comprendere le cause del degrado
  • Capacità di applicare le tecniche di pulitura, consolidamento, stuccatura e intelaia mento dei dipinti

Competenze trasversali

  • Cooperazione e lavoro di gruppo
  • Capacità di programmare e pianificare le attività

Caratteristiche personali e attitudini

  • Manualità
  • Precisione
  • Propensione all’ aggiornamento

Inquadramento

  • Lavoratore autonomo
  • Lavoratore dipendente

Classificazione su tassonomie standard

Formazione

Per svolgere la professione di restauratore d’arte è necessario aver conseguito il diploma di scuola superiore presso un istituto per il restauro (statale o regionale).
Per una migliore preparazione è utile conseguire una laurea in uno dei seguenti indirizzi:

  • Beni culturali (Classe L-1)
  • Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali (Classe L-43)
  • Conservazione dei beni architettonici e ambientali (Classe LM-10) 
  • Conservazione e restauro dei beni culturali (Classe LM-11)

Se non si è in possesso di nessuno dei due titoli di studio descritti sopra, in alternativa è necessario il possesso di una documentata e pluriennale esperienza tecnica e pratica.

Come e dove lavora

Il restauratore di pittura lavora generalmente presso cooperative o laboratori di restauro (pubblici e privati), ma può trovare impiego anche in musei civici e gallerie d’arte. 
Il restauratore può svolgere la propria attività anche come libero professionista.
Nello svolgimento delle proprie mansioni questa figura professionale è affiancata da diversi esperti: fotografi, archivisti, archeologi, storici dell’arte e chimici.

Varieta’ delle attivita’

  • Alta

Integrazione

  • Lavora con un’integrazione con gli altri di tipo sequenziale
  • Lavora prevalentemente in team

Grado di responsabilità 

  • MEDIO/ALTA

Grado di autonomia

  • Autonomia rispetto al contenuto del lavoro: Media
  • Autonomia rispetto alle modalità  di esecuzione: Alta
  • Autonomia rispetto ai tempi di lavorazione: Media

Mobilità  e trasferta

  • Si