Laurea

Biologo marino

Posted 12 mesi ago

Descrizione

Il biologo marino è la figura professionale che si occupa di studiare le interazioni tra organismi e ambienti marini.

Cosa fa

  • Svolge studi su fenomeni chimici, fisici e biologici del mare
  • Valuta i bisogni nutritivi ed energetici degli esseri viventi marini
  • Analizza le acque
  • Identifica organismi dannosi all’uomo e all’ecosistema in generale
  • Si occupa del riconoscimento degli organismi marini, delle fasi del loro ciclo vitale e delle loro variazioni conseguenti a cambiamenti ambientali
  • Valuta le variazioni degli organismi marini conseguenti a cambiamenti ambientali
  • Progetta e gestisce acquari e oceanari
  • Offre la sua consulenza sulla protezione di zone naturali, sullo sviluppo di un turismo compatibile e sulla gestione delle specie marine commerciabili
  • Può svolgere attività di educazione ambientale

Competenze tecniche

  • Conoscenza delle scienze biologiche marine
  • Conoscenza del linguaggio tecnico
  • Conoscenza delle norme di sicurezza in ambito biologico
  • Conoscenza dell’informatica di base
  • Conoscenza e capacità di utilizzare gli strumenti da laboratorio e le apparecchiature per la misurazione
  • Conoscenza e capacità di manipolare sostanze chimiche e biologiche
  • Capacità di sviluppare progetti di ricerca
  • Capacità di applicare le metodologie della ricerca biologica
  • Capacità di svolgere elaborazioni statistiche e analisi dei dati
  • Capacità di redigere articoli e rapporti
  • Capacità di interpretare i risultati delle ricerche e delle analisi effettuate

Competenze trasversali 

  • Capacità organizzative
  • Orientamento ai risultati
  • Capacità di risoluzione dei problemi
  • Capacità di analisi
  • Capacità di sintesi
  • Raccolta e gestione delle informazioni
  • Capacità di controllo

Caratteristiche personali e attitudini

  • Propensione all’ innovazione
  • Precisione
  • Propensione all’ aggiornamento

Inquadramento

  • Lavoratore autonomo
  • Lavoratore dipendente

Classificazione su tassonomie standard

  • ISTAT: BIOLOGO MARINO

Formazione

Per svolgere la professione di biologo marino è necessaria una laurea tra le seguenti, con relativa specializzazione in ambito marino:

  • Biologia (Classe LM-6)
  • Biotecnologie agrarie  (Classe LM-7)
  • Biotecnologie industriali (Classe LM-8)
  • Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche (Classe LM-9)
  • Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio  (Classe LM-75)
  • Scienze della nutrizione umana (Classe LM-61)

Per ottenere l’abilitazione allo svolgimento della professione di biologo marino è necessario, dopo l’ottenimento della laurea, sostenere l’esame di Stato che permette l’iscrizione all’Ordine Nazionale dei Biologi (Albo).

Come e dove lavora

Il biologo marino svolge la sua professione come dipendente presso Asl, università, istituti di biologia, il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e in altri enti pubblici simili, ma può operare anche come consulente per imprese che operano nell’acquacoltura e nell’ecologia, o in vere e proprie società di consulenza ambientale.

Varieta’ delle attivita’

  • Media

Integrazione

  • Lavora prevalentemente da solo
  • Lavora inserito in più team

Grado di responsabilità

  • MEDIO/ALTA

Grado di autonomia

  • Autonomia rispetto al contenuto del lavoro: Alta
  • Autonomia rispetto alle modalità  di esecuzione: Media
  • Autonomia rispetto ai tempi di lavorazione: Alta

Mobilità  e trasferta

  • Si