Laurea

Manager del ciclo integrato di gestione rifiuti

Posted 12 mesi ago

Descrizione

Il manager del ciclo integrato di gestione rifiuti è la figura professionale che si occupa di pianificare e coordinare gli interventi relativi alla produzione e all’utilizzo dei rifiuti e alle relative infrastrutture, con riferimento all’integrazione degli interventi di prevenzione, raccolta, trattamento e commercializzazione e con particolare attenzione allo sviluppo di atteggiamenti sociali responsabili e orientati alla sostenibilità ambientale.

Cosa fa

  • Garantisce una gestione degli impianti di trattamento e smaltimento dei rifiuti razionale e orientata ai principi di sostenibilità, cercando di ridurre al minimo l’impatto ambientale, verificando anche l’efficacia dei singoli processi all’interno dell’impianto di trattamento
  • Definisce i piani di gestione dei rifiuti e di organizzazione delle discariche e degli impianti di interramento controllato dei rifiuti, di concerto con le amministrazioni pubbliche competenti, assicurando la massima sicurezza ambientale del territorio limitrofo
  • Individua le forme più razionali ed efficaci per il recupero dei rifiuti come nuova materia prima da commercializzare o come energia
  • Effettua il monitoraggio dell’impatto ambientale delle diverse fasi del ciclo nell’ecosistema
  • Stimola lo sviluppo di atteggiamenti sociali orientati alla sostenibilità ambientale, pianificando anche interventi di informazione, sensibilizzazione ed educazione dell’utenza (metodologie e tipologie di trattamento e raccolta, ecc.)
  • Coinvolge i diversi responsabili di settore (raccolta, trattamento, commercializzazione, informazione, smaltimento, ecc.) in gruppi di lavoro, per raccogliere idee, opinioni, criticità, valutazioni ex post, e tradurre tali informazioni in linee di programma
  • Fornisce informazioni per orientare la normativa in materia di rifiuti verso la sostenibilità ambientale e sociale

Competenze tecniche

  • Conoscenza della lingua inglese
  • Conoscenza dell’ecologia, della chimica, della fisica, delle scienze della terra applicate alla gestione dei rifiuti e all’approccio sostenibile
  • Conoscenza della normativa nazionale e comunitaria in materia di rifiuti e inquinamento ambientale
  • Conoscenza della filiera strutturale nel ciclo integrato dei rifiuti (aziende, enti, attività, significati)
  • Conoscenza dei processi, dei metodi, delle tecniche e degli strumenti di trattamento e smaltimento dei rifiuti
  • Conoscenza dei software informatici per il trattamento dei rifiuti urbani
  • Conoscenza dei principi di organizzazione e gestione aziendale (processi, ruoli e funzioni)
  • Capacità di definire piani di gestione dei rifiuti e di organizzazione delle discariche e degli impianti di interramento controllato dei rifiuti
  • Capacità di valutare le caratteristiche dei rifiuti attraverso una corretta identificazione merceologica delle diverse frazioni chimico-fisiche
  • Capacità di individuare le opportunità di recupero dei rifiuti come materia e/o energia e valorizzare i materiali di recupero attraverso interventi di riutilizzo
  • Capacità di monitorare l’impatto ambientale delle diverse fasi del ciclo nell’ecosistema
  • Capacità di pianificare interventi di informazione-educazione ambientale e di sensibilizzazione alla sostenibilità ambientale

Competenze trasversali

  • Cooperazione e lavoro di gruppo
  • Capacità di risoluzione dei problemi
  • Capacità di analisi
  • Capacità di gestione e sviluppo delle risorse umane
  • Capacità di leadership
  • Capacità decisionali
  • Capacità di controllo
  • Capacità di programmare e pianificare le attività

Caratteristiche personali e attitudini

  • Propensione all’ innovazione

Inquadramento

  • Lavoratore dipendente

Classificazione su tassonomie standard

  • ISTAT:

Formazione

Per svolgere la professione di manager del ciclo integrato di gestione rifiuti è necessario possedere una laurea tra le seguenti:

  • Ingegneria civile e ambientale (Classe L-7)
  • Ingegneria industriale (Classe L-9)
  • Scienze biologiche (Classe L-13)
  • Scienze e tecnologie chimiche (Classe L-27)
  • Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura (Classe L-32)
  • Ingegneria chimica (Classe LM-22)
  • Ingegneria civile (Classe LM-23)
  • Ingegneria per l’ambiente e il territorio (Classe LM-35)
  • Scienze chimiche (Classe LM-54)
  • Scienza e ingegneria dei materiali (Classe LM-53)
  • Scienze e tecnologie della chimica industriale (Classe LM-71)
  • Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio (Classe LM-75).

Oltre al possesso della laurea è inoltre fondamentale avere una preparazione focalizzata sulla gestione dei rifiuti. È perciò opportuno frequentare un master in Gestione dell’Ambiente e corsi specialistici promossi da organizzazioni ed enti istituzionali.
Per raggiungere il livello manageriale occorre inoltre un’esperienza decennale in management e direzione, in aziende pubbliche e private e un’esperienza direzionale di diversi anni nel settore della gestione del ciclo integrato dei rifiuti.

Come e dove lavora

Il manager del ciclo integrato di gestione rifiuti svolge la sua professione, generalmente come dirigente dipendente, presso pubbliche amministrazioni come ministeri, regioni, enti locali, aziende speciali, comunità montane, aziende municipalizzate, consorzi, enti e aziende private di igiene urbana. società di produzione industriale, aziende pubbliche e private locali di igiene urbana, consorzi locali per il trattamento dei rifiuti.

Varieta’ delle attivita’

  • Alta

Integrazione

  • Lavora prevalentemente in team
  • Lavora inserito in più team

Grado di responsabilità

  • ALTA

Grado di autonomia

  • Autonomia rispetto al contenuto del lavoro: Media
  • Autonomia rispetto alle modalità  di esecuzione: Alta
  • Autonomia rispetto ai tempi di lavorazione: Alta

Mobilità  e trasferta

  • Si