Laurea

Tecnico del monitoraggio e audit ambientale

Posted 12 mesi ago

Descrizione

Il tecnico del monitoraggio e audit ambientale è la figura professionale che si occupa del controllo dei parametri ambientali, mettendo a punto tecniche e strumenti di rilevazione ed elaborazione dei dati e valutando la conformità della gestione delle aziende alla normativa ambientale e alle politiche ufficiali, al fine di prevedere e evitare le possibili conseguenze sugli equilibri degli ecosistemi.

Cosa fa

  • Predispone i sistemi di raccolta dati finalizzati al monitoraggio ambientale
  • Rileva e analizza costantemente i valori dei fattori inquinanti in diversi ambiti di ricerca (aria, acqua, suolo o agenti fisici come il rumore e le radiazioni) e, tramite l’individuazione di specifici indicatori, valuta la conformità degli stessi alla normativa vigente
  • Prevede scenari futuri e propone soluzioni per risolvere i problemi emersi
  • Programma, in stretto raccordo con le aziende, attività di audit per realizzare l’analisi e il monitoraggio del sistema di gestione ambientale e verifica la conformità del sistema alla normativa e ai parametri aziendali, proponendo interventi correttivi laddove necessario
  • Collabora alla realizzazione del Sistema Informativo Territoriale (SIT), anche con l’uso delle tecnologie GPS (Geographical Position System – Sistema di rilevazione satellitare della posizione), GIS (Geographical Information System) e di telerilevamento
  • Collabora con gli uffici pubblici preposti al controllo ambientale e con équipe interdisciplinari impegnate in azioni di monitoraggio e tutela ambientale
  • Definisce i principi e le azioni che guideranno il legislatore nella messa a punto delle normativa, finalizzata ad aumentare la qualità ambientale nel suo complesso

Competenze tecniche

  • Conoscenza dei principi dell’ecologia, della chimica, della fisica, della geologia e della biologia
  • Conoscenza della normativa in materia di sicurezza e tutela ambientale
  • Conoscenza delle problematiche tecnico-scientifiche che riguardano il settore e dei processi di trasformazione ambientale che sono alla base dei fenomeni di inquinamento
  • Conoscenza delle tecnologie GPS (Geographical Position System – Sistema di rilevazione satellitare della posizione), GIS (Geographical InformationSystem) e di telerilevamento
  • Conoscenza e capacità di applicare i metodi, gli strumenti e le tecniche di auditing e monitoraggio ambientale
  • Conoscenza e capacità di applicare le norme delle certificazioni ambientali (es. norma UNI EN ISO 14001,
  • Regolamento comunitario 761/2001 Emas, ecc.)
  • Capacità di programmare le attività di verifica ambientale
  • Capacità di raccogliere e analizzare dati ambientali
  • Capacità di gestire i sistemi informativi e gli strumenti informatici adatti all’elaborazione dei dati
  • Capacità di interpretare i dati raccolti al fine di prevede scenari futuri e proporre soluzioni per risolvere i problemi emersi
  • Capacità di verificare la conformità del sistema di gestione delle aziende alla normativa vigente in tema di tutela ambientale, e proporre politiche e interventi

Competenze trasversali 

  • Capacità organizzative
  • Cooperazione e lavoro di gruppo
  • Capacità di analisi
  • Capacità di sintesi
  • Raccolta e gestione delle informazioni
  • Autonomia
  • Capacità di controllo
  • Capacità di programmare e pianificare le attività

Caratteristiche personali e attitudini

  • Precisione
  • Propensione all’ aggiornamento

Inquadramento

  • Lavoratore autonomo
  • Lavoratore dipendente

Classificazione su tassonomie standard

Formazione

Per svolgere la professione di tecnico del monitoraggio e audit ambientale è necessario conseguire una laurea tra le seguenti:

  • Ingegneria civile e ambientale (Classe L-7)
  • Scienze biologiche (Classe L-13)
  • Scienze e tecnologie agrarie e forestali (Classe L-25)
  • Scienze e tecnologie chimiche (Classe L-27)
  • Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura (Classe L-32)
  • Scienze geologiche (Classe L-34)
  • Biologia (Classe LM-6)
  • Ingegneria per l’ambiente e il territorio (Classe LM-35)
  • Scienze chimiche (Classe LM-54)
  • Scienze e tecnologie forestali ed ambientali (Classe LM-73)
  • Scienze e tecnologie geologiche (Classe LM-74)
  • Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio (Classe LM-75)
  • Scienze economiche per l’ambiente e la cultura (Classe LM-76)
  • Per questa figura sono inoltre fondamentali percorsi di formazione continua, volti ad acquisire la conoscenza di tutte le normative ambientali e le nuove tecnologie, che in questo settore sono in costante evoluzione.

Come e dove lavora

Il tecnico del monitoraggio e audit ambientale svolge la sua professione presso società di consulenza e di certificazione ambientale, relazionandosi con i responsabili dei settori produttivi e con le strutture direzionali. In alcuni casi può essere inserito all’interno di imprese di grandi dimensioni dotate di un Sistema di Gestione Ambientale (S.G.A.).
Può lavorare anche all’interno delle pubbliche amministrazioni (come ad esempio nelle Agenzie regionali per l’ambiente), oppure in laboratori di analisi specializzati nel monitoraggio ambientale, ricoprendo ruoli di tipo dirigenziale.

Varieta’ delle attivita’

  • Media

Integrazione

  • Lavora inserito in più team

Grado di responsabilità

  • ALTA

Grado di autonomia

  • Autonomia rispetto al contenuto del lavoro: Media
  • Autonomia rispetto alle modalità  di esecuzione: Media
  • Autonomia rispetto ai tempi di lavorazione: Alta

Mobilità  e trasferta

  • Si