Laurea

Tecnico audioprotesista

Posted 1 anno ago

Descrizione

Il tecnico protesista è la figura professionale che si occupa di fornire, adattare e controllare apparecchi acustici per correggere i difetti uditivi.

Cosa fa

  • Ascolta i problemi uditivi descritti del paziente
  • Su prescrizione del medico, individua i presidi protesici per la prevenzione e la correzione dei deficit uditivi
  • Costruisce e applica dei presidi protesici, come chiocciole o altri sistemi di accoppiamento acustico, mediante il rilievo dell’impronta del condotto uditivo esterno
  • Somministra prove di valutazione protesica anche dopo la prima fase di collaudo
  • Adatta e applica il dispositivo medico uditivo, utile a correggere e ristabilire i deficit della dinamica uditiva
  • Insegna al paziente come utilizzare la protesi acustica
  • Si occupa della promozione e della vendita degli apparecchi acustici
  • Collabora con altre figure professionali ai programmi di prevenzione e di riabilitazione delle sordità, proponendo ausili uditivi, fornendo dispositivi di protezione individuale e utilizzando tecniche e metodologie strumentali e protesistiche

Competenze tecniche

  • Conoscenza di almeno una lingua dell’Unione Europea nell’ambito delle proprie competenze
  • Conoscenze informatiche di base
  • Conoscenza della fisica, dell’elettronica e della statistica
  • Conoscenza dell’anatomia, dell’istologia, della biochimica e della genetica medica
  • Conoscenza della scienza e tecnologia dei materiali, dell’otorinolaringoiatria e delle scienze tecniche mediche applicate
  • Conoscenza delle misure elettriche ed elettroniche
  • Conoscenza dell’audiometria e dell’audiologia
  • Conoscenza delle tecnologie audiprotesiche
  • Conoscenza delle norme che regolano l’organizzazione sanitaria
  • Conoscenza dei programmi di prevenzione e riabilitazione
  • Capacità di relazionarsi con i malati, in particolare bambini e anziani
  • Capacità di individuare i presidi protesici per la prevenzione e la correzione dei deficit uditivi più adatti ai problemi del paziente
  • Capacità di costruire e applicare apparecchi uditivi come chiocciole o altri sistemi di accoppiamento acustico
  • Capacità di effettuare prove di valutazione protesica e adattare i dispositivi ai pazienti
  • Capacità di insegnare al paziente come utilizzare la protesi acustica

Competenze trasversali

  • Orientamento ai risultati
  • Capacità di ascolto
  • Cooperazione e lavoro di gruppo
  • Capacità di risoluzione dei problemi
  • Capacità di analisi
  • Capacità relazionali (empatia)
  • Capacità di sintesi
  • Raccolta e gestione delle informazioni
  • Orientamento al cliente/utente
  • Autonomia

Caratteristiche personali e attitudini

  • Propensione all’ autoapprendimento
  • Propensione all’ innovazione
  • Motivazione
  • Manualità
  • Precisione
  • Propensione all’ aggiornamento

Inquadramento

  • Lavoratore dipendente
  • Libero professionista

Classificazione su tassonomie standard

Formazione

Per svolgere la professione di tecnico audiometrista è necessario conseguire una laurea triennale in Professioni sanitarie tecniche (Classe L/Snt-3), con indirizzo in Tecniche audioprotesiche, che ha anche funzione abilitante, poiché per ciascuno dei tre anni è previsto un periodo di tirocinio obbligatorio presso strutture educative e sanitarie. Dopo aver conseguito la laurea di primo livello è possibile proseguire con gli studi in ambito universitario, frequentando un corso di laurea magistrale nel medesimo ambito. 
Per un adeguato aggiornamento professionale questa figura deve partecipare al programma di Educazione continua in medicina (Ecm) che comprende l’insieme organizzato e controllato di tutte quelle attività formative, sia teoriche che pratiche.

Come e dove lavora

Il tecnico audiometrista svolge la sua professione all’interno di centri audioprotesici o aziende produttrici di protesi acustiche. Può operare anche presso le strutture di otorinolaringoiatria e audiologia nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale, negli ospedali, negli ambulatori o nelle cliniche che offrono assistenza otologica, in laboratori di ricerca e in strutture private che svolgono attività di prevenzione della sordità, nei servizi di medicina legale, nei centri di riabilitazione.
È anche possibile lavorare come liberi professionisti; non bisogna però dimenticare che queste figure professionali possono operare soltanto su prescrizione medica e quindi, volendo mettersi in proprio, è necessario aprire uno studio insieme a un medico.

Varieta’ delle attivita’

  • Media

Integrazione

  • Lavora prevalentemente in team

Grado di responsabilità

  • ALTA

Grado di autonomia

  • Autonomia rispetto al contenuto del lavoro: Alta
  • Autonomia rispetto alle modalità  di esecuzione: Alta
  • Autonomia rispetto ai tempi di lavorazione: Media

Mobilità  e trasferta

  • No