comunicazione

Qualcuno dovrà pur far conoscere le storie nascoste tra le pieghe di un evento universale, no? Vale a dire le donne, gli uomini, le aziende e i progetti che faranno l’Expo.

E chi meglio degli esperti della comunicazione?

Agenzie di relazioni pubbliche, pubblicità, marketing, uffici stampa : incrociando le dita, avranno tutti un bel daffare. Anche a quelli che si sono specializzati – o si stanno specializzando – in queste materie conviene rimanere affacciati alla finestra che dà sull’Expo. L’occasione giusta potrebbe passare pure per loro.

 

Uno slogan “verde” per l’Expo.
“Nutrire il pianeta, energia per la vita”: questo il tema dell’esposizione universale. In linea con la nuova sensibilità ecocompatibile, nella scelta dello slogan gli organizzatori si sono ispirati ai “grandi problemi dello sviluppo sostenibile”: l’Expo, si legge sul sito, “darà visibilità al diritto all’alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta”.

Stando al masterplan presentato il 26 aprile del 2010, il tema darà anche forma alla manifestazione. Il sito espositivo, disegnato da professionisti senior e da giovani neolaureati della società Expo 2015 con il supporto degli architetti Stefano Boeri, Ricky Burdett e Jacques Herzog, ha un’impostazione, appunto, ecosostenibile.

“Gli edifici saranno progettati per essere smontati, riutilizzati o riciclati”, si spiega nel sito, “sarà perseguita la massima efficienza energetica, dalla riduzione dei rifiuti non riciclabili all’energia elettrica verde e autoprodotta all’interno del sito”. I dettagli del piano sul sito di Expo 2015.